Studio Legale
Rossignoli e Associati

Ordinanza 30 giugno 2022 della Presidenza del Consiglio dei Ministri – Il Commissario Straordinario del Governo ai fini della ricostruzione nei territori interessati dagli eventi sismici verificatisi a far data dal 24 agosto 2016 recante “Attuazione degli interventi del Piano complementare nei territori colpiti dal sisma 2009-2016, sub-misura B4 «Centri di ricerca per l’innovazione», linea di intervento n. 2 «Intervento di sostegno alla creazione di un centro di formazione tecnica per la pubblica amministrazione, presso il Comune di L’Aquila, dotato di tecnologie innovative per l’insegnamento e l’esercitazione tecnico-pratica», ai sensi dell’art. 14-bis del decreto-legge 31 maggio 2021, n. 77, convertito con modificazioni dalla legge 28 luglio 2021, n. 108. Approvazione dello schema di Protocollo di intesa e del Progetto di fattibilita’ tecnica ed economica.” (Ordinanza n. 34)

(pubblicata in Gazzetta Ufficiale n. 220 del 20 settembre 2022)

Il Commissario straordinario del Governo ai fini della ricostruzione nei territori interessati dagli eventi sismici verificatisi a far data dal 24 agosto 2016

Visto il regolamento (UE) 12 febbraio 2021, n. 2021/241, che istituisce il dispositivo per la ripresa e la resilienza;
Visto il Piano nazionale di ripresa e resilienza (PNRR) approvato con decisione del Consiglio ECOFIN del 13 luglio 2021 e notificata all’Italia dal Segretariato generale del Consiglio con nota LT161/21, del 14 luglio 2021;
Visto il regolamento (UE) 2018/1046 del 18 luglio 2018, che stabilisce le regole finanziarie applicabili al bilancio generale dell’Unione, che modifica i regolamenti (UE) n. 1296/2013, n. 1301/2013, n. 1303/2013, n. 1304/2013, n. 1309/2013, n. 1316/2013, n. 223/2014, n. 283/2014 e la decisione n. 541/2014/UE e abroga il regolamento (UE, Euratom) n. 966/2012;
Visto il decreto-legge 6 maggio 2021, n. 59 convertito con modificazioni dalla legge 1° luglio 2021, n. 101, recante «Misure urgenti relative al Fondo complementare al Piano nazionale di ripresa e resilienza e altre misure urgenti per gli investimenti» ed in particolare l’art. 1, secondo comma lettera b), che prevede che «Le risorse nazionali degli interventi del Piano nazionale per gli investimenti complementari di cui al comma 1 sono ripartite come segue: quanto a complessivi 1.780 milioni di euro per gli anni dal 2021 al 2026 da iscrivere, per gli importi e le annualita’ sopra indicati, nei pertinenti capitoli dello stato di previsione del Ministero dell’economia e delle finanze riferiti al seguente programma: 1. Interventi per le aree del terremoto del 2009 e del 2016: 220 milioni di euro per l’anno 2021, 720 milioni di euro per l’anno 2022, 320 milioni di euro per l’anno 2023, 280 milioni di euro per l’anno 2024, 160 milioni di euro per l’anno 2025 e 80 milioni di euro per l’anno 2026»;
Visto il decreto-legge del 31 maggio 2021, n. 77, convertito con modificazioni dalla legge 29 luglio 2021, n. 108, recante: «Governance del Piano nazionale di ripresa e resilienza e prime misure di rafforzamento delle strutture amministrative e di accelerazione e snellimento delle procedure», ed in particolare l’art. 14, intitolato «Estensione della disciplina del PNRR al Piano complementare» nonche’ l’art. 14-bis, recante «Governance degli interventi del Piano complementare nei territori interessati dagli eventi sismici del 2009 e del 2016»;
Visto il decreto del Ministro dell’economia e delle finanze 15 luglio 2021, per quanto applicabile, con cui, in attuazione di quanto disposto dall’art. 1, comma 7, del decret- legge 6 maggio 2021, n. 59, convertito, con modificazioni, dalla legge 1° luglio 2021, n. 101, si individuano gli obiettivi iniziali, intermedi e finali determinati per ciascun programma, intervento e progetto del Piano, nonche’ le relative modalita’ di monitoraggio;
Visto il decreto-legge 9 giugno 2021, n. 80, convertito con modificazioni, dalla legge 6 agosto 2021, n. 113, recante: «Misure urgenti per il rafforzamento della capacita’ amministrativa delle pubbliche amministrazioni funzionale all’attuazione del Piano nazionale di ripresa e resilienza (PNRR) e per l’efficienza della giustizia»;
Visto il decreto del Ministro dell’economia e delle finanze del 6 agosto 2021 relativo all’assegnazione delle risorse in favore di ciascuna amministrazione titolare degli interventi PNRR e corrispondenti milestone e target;
Visto l’art. 17 regolamento UE 2020/852 che definisce gli obiettivi ambientali, tra cui il principio di non arrecare un danno significativo (DNSH, «Do no significant harm»), e la comunicazione della Commissione UE 2021/C 58/01 recante «Orientamenti tecnici sull’applicazione del principio «non arrecare un danno significativo» a norma del regolamento sul dispositivo per la ripresa e la resilienza»;
Visti i principi trasversali previsti dal PNRR, quali, tra l’altro, il principio del contributo all’obiettivo climatico e digitale (c.d. tagging), il principio di parita’ di genere e l’obbligo di protezione e valorizzazione dei giovani;
Visti gli obblighi di assicurare il conseguimento di target e milestone e degli obiettivi finanziari stabiliti nel PNRR;
Considerato che la Cabina di coordinamento integrata, ai sensi dell’art. 14-bis, comma 2, del decreto-legge del 31 maggio 2021, n. 77, ha deliberato in data 30 settembre 2021, l’approvazione e la contestuale trasmissione al MEF dell’atto di «Individuazione e approvazione dei Programmi unitari di intervento, previsti dal Piano complementare, per i territori colpiti dal sisma del 2009 e del 2016 ai sensi dell’art. 1, comma 2, lettera b del decreto-legge del 6 maggio 2021, n. 59, convertito con modificazioni dalla legge 1° luglio 2021, n. 101, e degli articoli 14 e 14-bis del decreto-legge 31 maggio 2021, n. 77, convertito con modifiche nella legge 28 luglio 2021 n. 108»;
Considerato che nella citata delibera e’ prevista la sub-misura del Piano complementare sisma B4 «Centri di ricerca per l’innovazione», la cui linea di intervento n. 2 e’ relativa all’«Intervento di sostegno alla creazione di un centro di formazione tecnica per la pubblica amministrazione, presso il Comune di L’Aquila, dotato di tecnologie innovative per l’insegnamento e l’esercitazione tecnico-pratica»;
Considerato che per la sub-misura B4, linea di intervento n. 2, a seguito di istruttoria e di intese, e’ stato attuato uno scambio di lettere d’intesa tra il Coordinatore della struttura di missione sisma 2009, Cons. Carlo Presenti, e il Segretario generale della Scuola nazionale dell’amministrazione, con cui vengono ribadite e delineate le modalita’ d’attuazione dell’intervento;
Preso atto che nella nota del Segretario generale della Scuola nazionale dell’amministrazione presso la Presidenza del Consiglio dei ministri, prot. SNA-0010566-P- 29 dicembre 2021, si ribadisce che «il polo sara’ finalizzato a una formazione di tipo specialistico per le figure tecniche di tutte le amministrazioni nazionali, regionali e locali (ingegneri, architetti, geometri, esperti di statica, geologi, ecc.), nonche’ a un’offerta formativa tradizionale e specifica in ottica PNRR, per dirigenti e funzionari, in particolare delle sedi locali delle amministrazioni centrali e degli enti territoriali» e che nella stessa nota si prevede la finalizzazione nei prossimi giorni di un «protocollo che preveda anche la partecipazione di USRA, al fine di beneficiare delle sue competenze e della sua collocazione nel Comune dell’Aquila»;
Preso atto altresi’ che il progetto risulta meglio descritto nella scheda di intervento sub-misura B4, intitolato «Scuola nazionale dell’amministrazione dedicata a dirigenti, funzionari, tecnici, ingegneri e architetti»;
Considerato l’alto valore culturale e sociale che riveste l’istituzione a L’Aquila di una nuova sede della SNA caratterizzata da un’area di formazione espressamente dedicata alle discipline tecniche, informatiche e amministrative necessarie per un piu’ elevato livello di skill professionali nelle amministrazioni pubbliche, con particolare riguardo alle competenze tecniche ed informatiche del governo del territorio;
Vista l’ordinanza n. 13 del 31 dicembre 2021 che stabilisce il finanziamento di un importo di euro 20 milioni per l’istituzione del Centro di formazione tecnica per la pubblica amministrazione, presso il Comune di L’Aquila, dotato di tecnologie innovative per l’insegnamento e l’esercitazione tecnico-pratica di cui il Soggetto attuatore e’ la Struttura di missione sisma 2009 istituita presso la Presidenza del Consiglio dei ministri mentre responsabile dell’intervento e’ la Scuola nazionale dell’amministrazione presso la Presidenza del Consiglio dei ministri, con sede in Roma;
Preso atto che:
l’Universita’ degli studi dell’Aquila ha approvato e sottomesso con nota prot. n. 39068/2022 del 25 marzo 2022 il progetto denominato «ecosistema per l’innovazione ad alta intensita’ di conoscenza per la ricerca e lo sviluppo imprenditoriale – ACCELERATE» in risposta all’invito rivolto ai soggetti le cui idee progettuali sono state valutate idonee a partecipare alla seconda fase della selezione delle proposte progettuali da finanziare nell’ambito dell’avviso per la manifestazione di interesse per la candidatura di idee progettuali da ammettere ad una procedura negoziale finalizzata al finanziamento di interventi di riqualificazione e rifunzionalizzazione di siti per la creazione di ecosistemi dell’innovazione nel Mezzogiorno pubblicato dall’Agenzia per la coesione territoriale in data 29 settembre 2021;
l’Agenzia per la coesione territoriale, con decreto del direttore generale n. 214 del 27 giugno 2022, ha approvato la graduatoria dei progetti, ai sensi dell’art. 15 dell’invito allegato al decreto del direttore generale della stessa agenzia n. 319 del 30 dicembre 2021;
secondo il decreto del direttore generale n. 215 del 27 giugno 2022 di assegnazione del contributo ai beneficiari, ai sensi dell’art. 16 dell’invito allegato al decreto del direttore generale dell’Agenzia per la coesione territoriale n. 319 del 30 dicembre 2021, il progetto denominato «ecosistema per l’innovazione ad alta intensita’ di conoscenza per La ricerca e lo sviluppo imprenditoriale – ACCELERATE» proposto dall’Universita’ degli studi dell’Aquila e’ stato concesso un finanziamento di euro 17.500.000,00;
il progetto ha come obiettivo la riqualificazione, la rifunzionalizzazione e la valorizzazione delle strutture e del sito che ospitava la Scuola superiore Guglielmo Reiss Romoli (SSGRR), sito in via Giovanni Falcone n. 25, Coppito – L’Aquila;
Preso atto che in data 30 giugno 2022 prot. n. 16477 e’ stata trasmessa dal Rettore dell’Universita’ degli studi dell’Aquila, una nota inviata alla presidente della SNA, prof.ssa Paola Severino, con cui si ribadisce la piena disponibilita’ dell’Universita’ dell’Aquila «a concedere con immediatezza a SNA l’uso di spazi all’interno delle strutture Universitarie esistenti per consentire l’immediato avvio delle attivita’ del Polo nelle more del completamento della riqualificazione del sito ex Reiss Romoli»;
Preso atto che in data 30 giugno 2022 e’ stato trasmesso dal coordinatore della struttura tecnica di Missione Sisma 2009, lo schema di Protocollo di intesa tra il coordinatore della struttura di missione sisma 2009, la Scuola nazionale dell’amministrazione presso la Presidenza del Consiglio dei ministri, l’Ufficio speciale per la ricostruzione della Citta’ dell’Aquila, l’Universita’ degli studi dell’Aquila, con cui le parti disciplinano le azioni comuni per la realizzazione dell’intervento;
Preso atto altresi’ che in pari data e’ stato trasmesso dal coordinatore della struttura tecnica di Missione Sisma 2009, il Progetto di fattibilita’ tecnica ed economica, allegato al protocollo, approvato dall’Universita’ dell’Aquila, che descrive in modo approfondito le modalita’ di attuazione dell’intervento, con allegati tecnici consultabili al seguente link:
https://drive.google.com/drive/folders/1NWI_2vPOLXPg_FYQsLjk7LJhR7SmlgNq?usp=sharing
Dato atto delle intese espresse nella Cabina di coordinamento in data 30 giugno 2022 dal coordinatore della struttura di missione sisma 2009 consigliere Carlo Presenti e dai presidenti delle Regioni Abruzzo, Lazio, Marche, Umbria;

 

Tutto cio’ premesso e considerato

Dispone:

Art. 1

Oggetto

 

1. La presente ordinanza ha per oggetto l’approvazione dello schema di Protocollo di intesa tra il coordinatore della struttura di missione sisma 2009, la Scuola nazionale dell’amministrazione presso la Presidenza del Consiglio dei ministri, l’Universita’ degli studi dell’Aquila e l’Ufficio speciale per la ricostruzione della Citta’ dell’Aquila (all.1) e la presa d’atto del Progetto di fattibilita’ tecnica ed economica, redatto dall’Universita’ degli studi dell’Aquila, con allegati tecnici consultabili al seguente link:
https://drive.google.com/drive/folders/1NWI_2vPOLXPg_FYQsLjk7LJhR7SmlgNq?usp=sharing

Art. 2

Misure di attuazione

 

1. Ai fini dell’attribuzione del finanziamento di euro 20 milioni previsto dall’ordinanza n. 13 del 30 dicembre 2021, dovranno essere perfezionati gli atti richiamati dal precedente articolo 1 e dovranno essere approvati i successivi livelli di progettazione per gli interventi di natura strutturale, ai sensi di quanto previsto dal decreto legislativo 18 aprile 2016, n. 50 e dal decreto ministeriale MEF 15 luglio 2021. In particolare, e quale condizione per l’erogazione delle risorse, dovra’ essere definita la procedura di acquisizione degli immobili destinati alla sede della SNA, nel rispetto delle procedure ad evidenza pubblica per legge previste e nei termini stabiliti dal decreto ministeriale MEF 15 luglio 2021.
2. Ai fini dell’attuazione dell’intervento oggetto della presente ordinanza, si applicano le misure di semplificazione previste dal decreto-legge 18 luglio 2020, n. 76, convertito con modificazioni dalla legge 12 settembre 2020, n. 120 nonche’ dal decreto-legge 31 maggio 2021, n. 77 come convertito con modificazioni nella legge 29 luglio 2021, n. 108.

Art. 3

Efficacia

 

1. In considerazione della necessita’ di dare impulso alle attivita’ connesse all’attuazione degli interventi unitari del Fondo complementare del PNRR, la presente ordinanza e’ dichiarata provvisoriamente efficace ai sensi dell’art. 33, comma 1, quarto periodo, del decreto-legge n. 189 del 2016. La stessa entra in vigore dal giorno successivo alla sua pubblicazione sul sito del Commissario straordinario del Governo ai fini della ricostruzione nei territori dei comuni delle Regioni Abruzzo, Lazio, marche ed Umbria interessati dall’evento sismico a far data dal 24 agosto 2016 (www.sisma2016.gov.it).
2. La presente ordinanza e’ trasmessa alla Corte dei conti per il controllo preventivo di legittimita’, e’ comunicata al Presidente del Consiglio dei ministri, al Ministero dell’economia e delle finanze – Dipartimento della Ragioneria generale dello Stato, ed e’ pubblicata nella Gazzetta Ufficiale della Repubblica italiana e sul sito istituzionale del Commissario straordinario del Governo ai fini della ricostruzione nei territori dei comuni delle Regioni di Abruzzo, Lazio, Marche ed Umbria interessati dall’evento sismico a far data dal 24 agosto 2016, ai sensi dell’art. 12 del decreto legislativo 14 marzo 2013, n. 33.
3. L’ordinanza sara’ altresi’ pubblicata sui siti istituzionali del Dipartimento Casa Italia e della Struttura tecnica di missione per il sisma 2009 della Presidenza del Consiglio dei ministri.

Roma, 30 giugno 2022

Il Commissario straordinario: Legnini

Registrato alla Corte dei conti il 15 luglio 2022
Ufficio di controllo sugli atti della Presidenza del Consiglio, del Ministero della giustizia e del Ministero degli affari esteri, n. 1798

______

Avvertenza:
L’allegato alla presente ordinanza e’ consultabile sul sito istituzionale del Commissario straordinario ricostruzione sisma 2016 al seguente indirizzo: https://sisma2016.gov.it/provvedimenti-fondo-pnrr-area-sisma

Esplora ultimi contenuti

Delibera 22 novembre 2023 dell’Autorità per le Garanzie nelle Comunicazioni recante “Regolamento concernente la disciplina relativa al rilascio dei titoli autorizzatori alla fornitura di servizi di media audiovisivi e radiofonici via satellite, su altri mezzi di comunicazione elettronica e a richiesta” (Delibera n. 295/23/CONS)

L’AUTORITÀ REGOLAMENTO CONCERNENTE LA DISCIPLINA RELATIVA AL RILASCIO DEI TITOLI AUTORIZZATORI ALLA FORNITURA DI SERVIZI DI MEDIA AUDIOVISIVI E RADIOFONICI VIA SATELLITE,

Leggi tutto »

Comunicato del Ministero delle Imprese e del Made in Italy recante “Comunicato relativo al decreto 15 settembre 2023, riguardante l’ammissione alle agevolazioni del soggetto beneficiario con ID ZFUSC7 00883335, previste per la Zona franca urbana istituita nei comuni del Centro Italia colpiti dagli eventi sismici del 2016 e del 2017”

(pubblicato in Gazzetta Ufficiale n. 222 del 22 settembre 2023) Con decreto del direttore generale per gli incentivi alle imprese 15 settembre

Leggi tutto »

Questo sito utilizza esclusivamente cookie tecnici. Non vengono utilizzati cookie per attività di profilazione degli utenti, né sono impiegati altri strumenti attivi o passivi di tracciamento. Non è pertanto necessario acquisire il consenso dell’utente all’utilizzo dei suddetti cookie tecnici (delibera 10 giugno 2021 del Garante per la protezione dei dati personali in G.U. serie generale n. 163 del 9 luglio 2021). Per maggiori informazioni consulta la Cookie Policy. Per procedere nella navigazione all’interno del sito digita il tasto PROSEGUI.