Studio Legale
Rossignoli e Associati

Ordinanza 20 marzo 2020 della Presidenza del Consiglio dei Ministri – Il Commissario Straordinario del Governo ai fini della ricostruzione nei territori interessati dagli eventi sismici verificatisi a far data dal 24 agosto 2016 recante “Autorizzazione all’assunzione di nuovo personale di tipo tecnico o amministrativo-contabile da impiegare esclusivamente nei servizi necessari alla ricostruzione, ai sensi e per gli effetti dell’articolo 50-bis, comma 1-ter del decreto-legge 17 ottobre 2016, n. 189” (Ordinanza n. 96)

PRESIDENZA DEL CONSIGLIO DEI MINISTRI – IL COMMISSARIO STRAORDINARIO DEL GOVERNO AI FINI DELLA RICOSTRUZIONE NEI TERRITORI INTERESSATI DAGLI EVENTI SISMICI VERIFICATISI A FAR DATA DAL 24 AGOSTO 2016

 

ORDINANZA 20 marzo 2020

Autorizzazione all’assunzione di nuovo personale di  tipo  tecnico  o amministrativo-contabile  da  impiegare  esclusivamente  nei  servizi necessari  alla  ricostruzione,  ai   sensi   e   per   gli   effetti dell’articolo 50-bis, comma 1-ter del decreto-legge 17 ottobre  2016, n. 189. (Ordinanza n. 96).  

 

  (pubblicata in Gazzetta Ufficiale n. 125 del 16 maggio 2020)

 

Il Commissario straordinario del Governo ai fini della ricostruzione nei territori interessati dagli eventi sismici verificatisi a far data dal 24 agosto 2016

Il Commissario straordinario del Governo ai fini della ricostruzione nei territori interessati dagli eventi sismici verificatisi a far data dal 24 agosto 2016, nominato con decreto del Presidente del Consiglio dei ministri del 14 febbraio 2020, ai sensi dell’art. 38 del decreto-legge 28 settembre 2018, n. 109, avv. Giovanni Legnini;
Vista la deliberazione del Consiglio dei ministri del 25 agosto 2016, recante dichiarazione dello stato di emergenza in conseguenza degli eccezionali eventi sismici che il giorno 24 agosto 2016 hanno colpito il territorio delle Regioni Abruzzo, Lazio, Marche ed Umbria;
Vista la deliberazione del Consiglio dei ministri del 27 ottobre 2016, recante l’estensione degli effetti della dichiarazione dello stato di emergenza adottata con la delibera del 25 agosto 2016, in conseguenza degli ulteriori eccezionali eventi sismici che il giorno 26 ottobre 2016 hanno colpito il territorio delle Regioni Lazio, Marche, Umbria ed Abruzzo;
Vista la deliberazione del Consiglio dei ministri del 31 ottobre 2016, recante ulteriore estensione degli effetti della dichiarazione dello stato di emergenza adottata con la deliberazione del 25 agosto 2016, in conseguenza degli ulteriori eccezionali eventi sismici che il giorno 30 ottobre 2016 hanno nuovamente colpito il territorio delle Regioni Lazio, Marche, Umbria ed Abruzzo;
Vista la deliberazione del Consiglio dei ministri del 20 gennaio 2017, recante ulteriore estensione degli effetti della dichiarazione dello stato di emergenza adottata con la deliberazione del 25 agosto 2016, in conseguenza degli ulteriori eccezionali eventi sismici che il giorno 30 ottobre 2016 hanno nuovamente colpito il territorio delle Regioni Lazio, Marche, Umbria ed Abruzzo;
Visto l’art. 1, comma 1, decreto-legge 24 ottobre 2019, n. 123, convertito, con modificazioni, dalla legge 12 dicembre 2019, n. 156, che ha prorogato al 31 dicembre 2020 lo stato di emergenza dichiarato con deliberazione del Consiglio dei ministri del 25 agosto 2016, poi esteso in relazione ai successivi eventi, con deliberazioni, rispettivamente, del 27 e del 31 ottobre 2016, del 20 gennaio 2017 e del 28 febbraio 2018;
Visto l’art. 2, comma 2 del decreto-legge 17 ottobre 2016, n. 189, convertito, con modificazioni, dalla legge 15 dicembre 2016, n. 229, che attribuisce al Commissario straordinario il potere di adottare ordinanze, nel rispetto della Costituzione, dei principi generali dell’ordinamento giuridico e delle norme dell’ordinamento europeo, d’intesa con i presidenti delle regioni interessate, nell’ambito della cabina di coordinamento di cui all’art. 1, comma 5 del medesimo decreto-legge;
Visto l’art. 50-bis, comma 1-ter del decreto-legge 17 ottobre 2016, n. 189, convertito, con modificazioni, dalla legge 15 dicembre 2016, n. 229, che consente al Commissario straordinario di autorizzare gli Uffici speciali per la ricostruzione ed i comuni a stipulare ulteriori contratti di lavoro a tempo determinato per l’anno 2020, fino a duecento unita’ di personale di tipo tecnico o amministrativo-contabile da impiegare esclusivamente nei servizi necessari alla ricostruzione nel limite di spesa di 8,300 milioni di euro per l’anno 2020, sulla base delle specifiche e riscontrate esigenze connesse all’espletamento dei compiti demandati per la riparazione e ricostruzione degli immobili danneggiati dall’evento sismico e dell’andamento delle richieste di contributo;
Vista la legge di bilancio per il 2019 n. 145 del 30 dicembre 2018, e in particolare l’art. 1, comma 990, con il quale la gestione straordinaria di cui all’art. 1, comma 5 del decreto-legge n. 189 del 2016, convertito, con modificazioni, in legge 15 dicembre 2016, n. 229, e’ stata prorogata fino al 31 dicembre 2020, ivi incluse le previsioni di cui agli articoli 3, 50 e 50-bis del citato decreto-legge n. 189 del 2016, nei medesimi limiti di spesa annui previsti per l’anno 2018;
Vista l’ordinanza del Commissario straordinario n. 15 del 27 gennaio 2017 e successive modificazioni, recante «Organizzazione della struttura centrale del Commissario straordinario del Governo per la ricostruzione nei territori delle Regioni di Abruzzo, Lazio, Marche ed Umbria interessati dagli eventi sismici verificatisi a far data dal 24 agosto 2016»;
Richiamata l’ordinanza del Commissario straordinario n. 22 del 4 maggio 2017, recante: «Seconde linee direttive per la ripartizione e l’assegnazione del personale con professionalita’ di tipo tecnico, di tipo tecnico-ingegneristico e di tipo amministrativo-contabile destinato ad operare presso la struttura commissariale centrale, presso gli Uffici speciali per la ricostruzione, presso le regioni, le province, i comuni e gli enti parco nazionali, ai sensi e per gli effetti degli articoli 3, 50 e 50-bis del decreto-legge 17 ottobre 2016, n. 189»;
Vista la comunicazione dell’Ufficio speciale della ricostruzione della Regione Abruzzo, assunta al protocollo CGRTS-0005883 del 24 marzo 2020, con la quale viene trasmesso il piano dell’impiego del personale, con indicazione delle specifiche ed esigenze, di cui all’art. 50-bis, comma 1-ter del decreto-legge 16 ottobre 2016, n. 189 e le precisazioni di cui alla nota del 26 marzo 2020, acquisita al protocollo CGRTS-0006072, Allegato 1;
Vista la comunicazione dell’Ufficio speciale della ricostruzione della Regione Lazio, assunta al protocollo CGRTS-0005827 del 23 marzo 2020, con la quale viene trasmesso il piano dell’impiego del personale, con indicazione delle specifiche ed esigenze, di cui all’art. 50-bis, comma 1-ter del decreto-legge 16 ottobre 2016, n. 189, Allegato 2;
Vista la comunicazione dell’Ufficio speciale della ricostruzione della Regione Marche, assunta al protocollo CGRTS-0005776 del 23 marzo 2020, con la quale viene trasmesso il piano dell’impiego del personale, con indicazione delle specifiche ed esigenze, di cui all’art. 50-bis, comma 1-ter del decreto-legge 16 ottobre 2016, n. 189, Allegato 3;
Vista la comunicazione dell’Ufficio speciale della ricostruzione della Regione Umbria, assunta al protocollo CGRTS-0005744 del 20 marzo 2020, con la quale viene trasmesso il piano dell’impiego del personale, con indicazione delle specifiche esigenze, di cui all’art. 50-bis, comma 1-ter del decreto-legge 16 ottobre 2016, n. 189, Allegato 4;
Vista l’intesa assunta nella cabina di regia del 1° aprile 2020;
Ritenuto necessario, al fine di accelerare l’attivita’ di ricostruzione, autorizzare ulteriori contratti di lavoro a tempo determinato, fino al 31 dicembre 2020, ai sensi dell’art. 50-bis, comma 1-ter del decreto-legge 16 ottobre 2016, n. 189;
Visti gli articoli 33, comma 1 del decreto-legge n. 189 del 2016 e 27, comma 1 della legge 24 novembre 2000, n. 340 e successive modificazioni ed integrazioni;

 

Dispone:

Art. 1

Autorizzazione alla stipula dei contratti di lavoro

 

1. Alla luce delle specifiche esigenze connesse alla riparazione e ricostruzione degli immobili danneggiati dall’evento sismico, rappresentate da ciascun Ufficio speciale per la ricostruzione – U.S.R. ai sensi dell’art. 50-bis, comma 1-ter del decreto-legge n. 189/2016, il Commissario straordinario autorizza gli Uffici speciali per la ricostruzione ed i comuni a stipulare i contratti di lavoro a tempo determinato di cui al citato art. 50-bis, comma 1-ter, nel limite di duecento unita’ complessive e nel rispetto del limite di spesa complessivo di 8,300 milioni di euro.
2. A seguito dell’analisi delle relazioni trasmesse dagli Uffici speciali per la ricostruzione, come citate in premessa, in riferimento alle specifiche esigenze ivi rappresentate, connesse alla riparazione e ricostruzione degli immobili danneggiati dall’evento sismico ed all’andamento delle richieste di contributo, e’ autorizzata l’assunzione di personale di tipo tecnico o amministrativo-contabile come richiesto nelle relazioni degli Uffici speciali per la ricostruzione – U.S.R. citate in premessa, da impiegare esclusivamente nei servizi necessari alla ricostruzione, secondo la seguente ripartizione:
Regione Abruzzo trenta unita’ di personale, nel limite di spesa di euro 1.245.000,00, secondo le indicazioni di cui all’allegato 1;
Regione Lazio ventisette unita’ di personale, nel limite di spesa di euro 1.120.500,00, secondo le indicazioni di cui all’allegato 2;
Regione Marche centosedici unita’ di personale, nel limite di spesa di euro 4.814.000,00, secondo le indicazioni di cui all’allegato 3;
Regione Umbria ventisette unita’ di personale, nel limite di spesa di euro 1.120.500,00, secondo le indicazioni di cui all’allegato 4.
3. Il personale a tempo determinato di cui all’art. 50-bis, comma 1-ter, impiegato presso gli Uffici speciali per la ricostruzione – U.S.R. ed i comuni dovra’ essere assegnato esclusivamente allo svolgimento di attivita’ di ricostruzione, come rappresentato nei piani dell’impiego del personale, allegati alla presente ordinanza e richiamati in premessa.
4. Gli Uffici speciali per la ricostruzione ed i comuni, dovranno trasmettere al Commissario straordinario, copia di ciascun contratto ai sensi della presente ordinanza e delle norme richiamate.

Art. 2

Selezione del personale

 

1. Gli Uffici speciali per la ricostruzione ed i comuni di cui agli allegati 1, 2 e 2-bis del decreto-legge n. 189/2016, nell’ambito della dotazione finanziaria di cui all’art. 1, comma 3, previa verifica della possibilita’ di avvalersi delle facolta’ previste all’art. 50-bis, comma 3, primo e secondo periodo, e all’art. 3, comma 1, ottavo periodo, provvedono, secondo quanto previsto dal medesimo art. 50-bis, alla selezione del personale di tipo tecnico o amministrativo-contabile, direttamente o con il supporto, in tutto o in parte, di un soggetto esterno specializzato la cui individuazione deve avvenire nel rispetto della normativa nazionale ed europea in materia di reclutamento nel pubblico impiego.

Art. 3

Disposizione finanziaria

 

1. Come previsto all’art. 50-bis, comma 1-ter del decreto-legge n. 189/2016, agli oneri relativi alla presente ordinanza si provvede per l’anno 2020, nel rispetto del limite di spesa di euro 8,300 milioni, secondo quanto disposto dall’art. 1, mediante corrispondente utilizzo del Fondo derivante dal riaccertamento dei residui passivi ai sensi dell’art. 49, comma 2, lettera a) del decreto-legge 24 aprile 2014, n. 66, convertito, con modificazioni, dalla legge 23 giugno 2014, n. 89, iscritto nello stato di previsione del Ministero dell’economia e delle finanze.

 

Art. 4

Entrata in vigore ed efficacia

 

1. In considerazione della necessita’ di dare urgente avvio alle procedure di assunzione necessarie per garantire l’accelerazione del processo di ricostruzione, la presente ordinanza e’ dichiarata provvisoriamente efficace ai sensi dell’art. 33, comma 1, quarto periodo del decreto-legge n. 189/2016. La stessa entra in vigore dal giorno successivo alla sua pubblicazione sul sito del Commissario straordinario del Governo ai fini della ricostruzione nei territori dei comuni delle Regioni di Abruzzo, Lazio, Marche ed Umbria interessati dall’evento sismico a far data dal 24 agosto 2016 (www.sisma2016.gov.it).
2. La presente ordinanza e’ trasmessa alla Corte dei conti per il controllo preventivo di legittimita’, e’ comunicata al Presidente del Consiglio dei ministri ed e’ pubblicata, ai sensi dell’art. 12 del decreto legislativo 14 marzo 2013, n. 33, nella Gazzetta Ufficiale della Repubblica italiana e sul sito istituzionale del Commissario straordinario del Governo ai fini della ricostruzione nei territori dei comuni delle Regioni di Abruzzo, Lazio, Marche ed Umbria interessati dall’evento sismico a far data dal 24 agosto 2016.

Roma, 2 aprile 2020

Il Commissario straordinario: Legnini

Registrato alla Corte dei conti il 6 aprile 2020
Ufficio di controllo sugli atti della Presidenza del Consiglio dei ministri, del Ministero della giustizia e del Ministero degli affari esteri, n. 596

__________

Avvertenza:

Gli allegati alla presente ordinanza sono visionabili sul sito www.sisma2016.gov.it

Esplora ultimi contenuti

Ordinanza 29 dicembre 2020 della Presidenza del Consiglio dei Ministri Dipartimento della Protezione Civile recante “Ulteriori interventi urgenti di protezione civile conseguenti agli eventi sismici che hanno colpito il territorio delle Regioni Lazio, Marche, Umbria e Abruzzo a partire dal giorno 24 agosto 2016.” (Ordinanza n. 729/2020).

PRESIDENZA DEL CONSIGLIO DEI MINISTRI DIPARTIMENTO DELLA PROTEZIONE CIVILE   ORDINANZA 29 dicembre 2020 Ulteriori interventi urgenti di protezione  civile  conseguenti  agli

Leggi tutto »

Testo del decreto-legge 28 ottobre 2020, n. 137, (in Gazzetta Ufficiale – Serie generale – n. 269 del 28 ottobre 2020), coordinato con la legge di conversione 18 dicembre 2020, n. 176 (in questo stesso Supplemento Ordinario), recante: «Ulteriori misure urgenti in materia di tutela della salute, sostegno ai lavoratori e alle imprese, giustizia e sicurezza, connesse all’emergenza epidemiologica da COVID-19.».

(pubblicato in Gazzetta Ufficiale n.319 del 24 dicembre 2020 – Suppl. Ordinario n. 43) Vigente al: 24-12-2020 Testo del provvedimento Allegato 1

Leggi tutto »

Lascia un commento

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la Cookie Policy.